Massaggio Plantare:Tocca questi punti e rigenererai corpo e mente

Semplicissimo: nella riflessologia plantare i piedi vengono accostati a le radice di un grande albero, e si sa, le radici sono la base del sostentamento vitale.

In tutto ciò, la colonna vertebrale è paragonata al tronco di questo albero, mentre la testa è la folta chioma. Insomma: una sorta di albero della vita a tutti gli effetti.

Corpo e mente non sono due parti separate, essi sono due mondi in un continuo contatto reciproco!

E’ come se il nostro corpo non rispondesse correttamente allo stimolo del movimento ed articolasse male ogni nostro gesto.
Questo particolare disagio si tramuta in dolori articolari veri e propri che possono influire su: polsi. piedi, ginocchia gomiti o braccia ma anche caviglie e dita delle mano. In questo modo si va a compromettere la mostra mobilità e la funzionalità corporea.

Ma cosa succede al nostro copro?
Molte volte ci sentiamo frenati e rigidi sia fisicamente che mentalmente, ci troviamo in uno stato in cui siamo letteralmente impossibilitati a compiere dei movimenti fluidi e armoniosi che siano spontanei  e non meccanici.

 

In realtà, il più delle volte sono proprio le nostre emozioni che influiscono su di essi, sono le sensazioni più profonde, i sentimenti più forti e   e delusioni affettive che colpiscono il profondo della nostra persona.
Per allontanare il disagio bisognerebbe liberarcene partendo dall’inconscio.

TUTTI I BENEFICI DEL MASSAGGIO PLANTARE

Effetto rilassante

Abbassamento della pressione sanguigna

 

Miglioramento del gonfiore delle gambe Aumento il flusso sanguigno verso reni e intestino Riduzione sensibile di dolore Diminuzione della rigidità articolare

Dovete sapere che le mani, i piedi e le gambe sono dotati di tante di terminazioni nervose le quali possono essere stimolate per andare ad agire su tutto il corpo recando benessere.

Diminuzione dell’ansia e dello stress – Leggi anche: Riflessologia facciale:Stimola questi punti per alleviare dolori e stress Limitazione della ritenzione idrica – Leggi anche: Gambe gonfie e Ritenzione Idrica. Dai piccioli di ciliegie alla betulla bianca. Ecco come liberarsene

Stiamo parlando della riflessologia la quale possiede un potere sorprendente sulla salute fisica e mentale.
Il massaggio plantare vi impegnerà per qualche minuto, per questo sarebbe buona cosa ritagliarvi un momento della giornata (preferibilmente la sera) in cui andrete a stimolare tutto il corpo con semplici movimenti che tra poco vi spiegheremo.

Ovviamente esistono figure specializzate per tali trattamenti, tuttavia è possibile agire anche a casa seguendo dei movimenti specifici.

COME PROCEDERE CON IL MASSAGGIO PLANTARE:

Prima di tutto cercate un ambiente tranquillo privo di distrazioni (tv, cellulari, ecc), cercate di mantenere la luce leggermente soffusa e sedetevi su di un tappeto a piedi nudi.

Proprio i piedi saranno l’oggetto della nostra attenzione.
Massaggiate delicatamente con i polpastrelli in modo circolare tutta la zona limitrofa all’ alluce, soffermandovi nella parte posteriore; fatelo con delicatezza andando a premere leggermente alla base dei dito.

Cosi facendo avrete una sensazione istantanea di benessere che si irradierà su tutto il corpo. Sentirete sciogliere ogni blocco allontanando lo stress emotivo e le tensioni accumulate.

Continuate il massaggio plantare scendendo nell’ incavo del piede, sempre nella zona posteriore. Cercate di avere dei movimenti fluidi e al tempo stesso decisi. Stimolando questo punto andrete ad agire su una zona ben più vasta perché vi è l’incontro di una serie di nervi collegati al diaframma.

Procedete il massaggio spostandovi verso la zona esterna, precisamente lungo i bordi interni del piede. Queste aree sono collegate alla ghiandola surrenale.

Quest’ ultima è situata vicino ai reni e produce una quantità enorme di ormoni: il cortisolo, l’ aldosterone e gli androgeni.

Tali ormoni sono indispensabili per regolare alcuno processi del corpo, ad esempio: controllano la pressione arteriosa,  controllano e regolano la frequenza del battito cardiaco, mantengono stabili i livelli di potassio e sodio nel sangue, influiscono sulla capacità di reagire a situazioni di stress e sovraccarichi emotivi.

Dunque appare chiaro che massaggiando questo specifico punto possiamo apportare benefici a tutto i corpo, migliorandone il corretto funzionamento delle attività vitali.

Inoltre liberiamo la mente da eccessi di stress, ansia, tensioni emotive e blocchi psicologici che trovano radice in noi creando disturbi e inibendo la nostra regolare capacità motoria. Insomma si ha un blocco vero e proprio che si manifesta sia a livello fisico che mentale.

A questo punto siete quasi arrivati al tallone. Ebbene, procedete ancora con dei massaggi circolare, picchiettando la zona con delicatezza.

In corrispondenza del tallone sono presenti degli speciali punti che potrete stimolare massaggiandoli, essi sono collegati all’ apparato escretore ( il quale svolge la funzione di eliminare dai fluidi circolanti nell’organismo le sostanze di rifiuto prodotte dal metabolismo).

Così facendo andremo a contribuire nell’ azione di liberazione di tossine in eccesso che possono “avvelenare” il nostro corpo qual’ ora non vengano espulse.

Non vi resta che provare questo massaggio plantare per poter constatare quanto bene fa al nostro copro e alla nostra mente. Non è tempo sprecato se a beneficiarne è il nostro benessere e la nostra salute.
Noi siamo degli essere speciali e il più delle volte ci dimentichiamo di volerci bene trascurando quello che abbiamo di più caro al mondo: la nostra salute!

Prendersi cura di noi stessi è il primo passo per stare bene e questo ci permetterà di amare e godere a pieno tutto quello che ci circonda.
Avere una mente libera da ansia e stress, complicazioni emotive e sentimenti viscerali ci permetterà di affrontare al meglio ogni problema che la vita ci presenterà, darà maggiore forza e vitalità al corpo.

 

Commenti

0 commenti