Tachicardia: Soffri di tachicardia? Scopri come fare per ridurla con questo metodo.

Soffri di tachicardia? Scopri come fare  con questo metodo.
Tachicardia un disturbo che al giorno d’oggi può manifestarsi frequentemente.

Tachicardia, ecco come ridurla con un semplice metodo casalingo. Vi capita di sentire improvvisamente i battiti del cuore accelerare, avere una sensazione di vertigini e senso di vomito? Forse potrebbe trattarsi di tachicardia.

In questi casi è meglio rivolgersi al medico che vi indicherà gli esami specifici da effettuare.

La tachicardia è un’accelerazione dei battiti cardiaci ad un ritmo regolare. E’ diversa dall’aritmia, dove i battiti sono irregolari.
I battiti possono superare i 100 e raggiungere anche i 400. In queste condizioni, il cuore non è in grado di pompare il sangue ossigenato nel sistema cardio-circolatorio.

Quali sono le cause?
Può essere causata dall’ipotiroidismo, ma generalmente è l’ansia la responsabile della tachicardia. Nei periodi di grande stress, le ghiandole surrenali secernono delle sostanze che aumentano la frequenza cardiaca. Dopo le palpitazioni il cuore torna al ritmo normale.
Esistono vari tipi di tachicardia:
– temporanea, quando il disturbo si presenta per un breve tempo;
– continua, che è accompagnata da un disturbo prolungato nel tempo;
– in gravidanza, che si presenta negli ultimi mesi di attesa;
– parossistica, chiamata anche sindrome di Bouveret-Hoffmann, arriva e cessa bruscamente con 140-220 battiti al minuto. Può durare pochi minuti, ma anche qualche ora. Si può avvertire dolore, annebbiamento della vista e vertigini.
– sinusale, quando la frequenza cardiaca supera i 100 battiti al minuto.
– ventricolare, quando interessa il miocardio e si ha una frequenza ventricolare che supera i 100 battiti al minuto.
– ricorrente, che inizia e termina bruscamente e che può ripetersi più volte nel tempo.
Vi proponiamo un metodo per ridurre l’accelerazione dei battiti cardiaci.
– Appena sopraggiunge la tachicardia, dovete respirare profondamente.
– Immergete il viso in una bacinella piena d’acqua, per 5 secondi.
– Uscitelo dall’acqua, quindi respirate profondamente.
– Ripetete l’operazione per 4 volte.
Questo trattamento funziona poiché mettendo il viso a contatto con l’acqua fredda,

si attivano i nervi che agiscono sul ritmo cardiaco.
L’acqua fredda tende a rallentare il metabolismo e di conseguenza decellerano anche i battiti cardiaci.

Commenti

0 commenti