Ho perso tutto” Brutte notizie per Flavio Briatore, ecco quanto ha perso con il suo locale

Ho-perso-tutto-

Ho perso tutto” Brutte notizie per Flavio Briatore, ecco quanto ha perso con il suo locale

La crisi dovuta alla pandemia non ha risparmiato nessuno, né i piccoli negozianti né le grandi catene che hanno visto calare considerevolmente i loro introiti a causa delle chiusure forzate.

Non è esente nemmeno Flavio Briatore a quanto pare, che con il suo locale Crazy Pizza ha perso molto. Come qualcuno ricorderà l’imprenditore si era lanciato in una nuova avventura aprendo una catena di pizzerie di lusso,

la Crazy Pizza appunto, con sedi a Londra, Montecarlo e Porto Cervo e la cui filosofia è :“Una nuova interpretazione della classica Pizza con tutta la passione e lo spirito dell’Italia”.

Gravi perdite

Come apprendiamo da Il Tempo

Pizza Crazy Ltd, che gestisce l’omonimo locale al 7 di 7 Paddington St nel quartiere di Marylebone della capitale britannica, ha infatti chiuso il bilancio del 2019 con una perdita di oltre un milione di euro su ricavi di poco superiori. Lo si scopre leggendo il bilancio del 2019 di Billionaire Lifestyle, la società lussemburghese che fa capo a Briatore, di cui director è Francesco Menegazzo e che raggruppa diverse partecipazioni dell’imprenditore.

e ancora

La società inglese è quella che presenta le maggiori perdite della holding nel Granducato che ha chiuso con un rosso di oltre 355mila euro che va ad aggiungersi al disavanzo di quasi 4 milioni accumulato nei precedenti esercizi.

Billionaire Lifestyle, con un attivo di 51 milioni, possiede fra l’altro l’italiana Billionaire srl in carico a 4,1 milioni e proprietaria dell’omonimo noto locale in Costa Smeralda che ha perso 222mila euro, il 48% di Mammamia (in carico a 1,1 milioni) proprietaria dei bagni Twiga di Forte dei Marmi,

l’inglese Hospitality Trademarks in carico a 1,3 milioni e in rosso per 412mila euro, le monegasche Sundream (che gestisce il Cipriani) in carico a 18 milioni, Seadream (proprietaria del Twiga Crazy Fish Sumosan) in carico a 12,1 milioni e Cova Monte Carlo.

Crisi o prezzi troppo alti?

Resta da capire se questo bilancio in perdita sia dovuto davvero alla crisi o forse più probabilmente ai prezzi proibitivi di un prodotto che in molti hanno criticato asserendo che la pizza non fosse poi questo granché nonostante il costo; 25 euro a Porto Cervo, 13,50 sterline a Londra e 15 euro per una margherita a Montecarlo.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.