Animali

Scienza: I cani sanno riconoscere una persona cattiva

Se possiedi un quattro zampe, probabilmente da tempo sospetti che sia piuttosto perspicace, ma un recente studio ora ti dimostra in modo definitivo quanto sia astuto. Già, perché il cane riconosce le cattive persone, secondo la scienza.

Una ricerca pubblicata sulla rivista Neuroscience and Biobehavioral Reviews ti spiega che il tuo amico peloso è in grado di riconoscere chi è benintenzionato nei tuoi confronti da chi non lo è affatto.

Ed è perfettamente in grado di fartelo capire.

Qualsiasi sia la sua razza, infatti, il cane è una creatura così intelligente che in presenza di una persona sa intercettare istintivamente alcune informazioni su di lei e reagisce di conseguenza. E sì, può farsi sentire anche quando sei tu quella che si sta comportando un po’ da maleducata!

Come hanno fatto i ricercatori a giungere a una tale conclusione? Semplice: hanno organizzato un esperimento chiedendo ad alcuni proprietari di cani di improvvisare diverse situazioni mentre i loro quattro zampe li osservavano.

In particolare, i volontari dovevano fingere di cercare di aprire un contenitore senza riuscirci, dopodiché chiedevano a due scienziati di aiutarli.

Uno scenario, a quel punto un ricercatore si offriva di dare una mano mentre il suo collega assisteva passivamente. In un’altra situazione, il primo scienziato rifiutava esplicitamente di dare il proprio aiuto e il secondo rimaneva indifferente.

Dopo ogni scenetta, i ricercatori hanno offerto ai cuccioli dei biscottini… Ed è qui che la cosa si è fatta interessante.

Nel primo caso, gli amici con la coda hanno accettato il premio da entrambi gli scienziati in modo festoso, ma nel secondo hanno ignorato deliberatamente colui che si era dimostrato sgradevole e poco collaborativo, rifiutando il suo premio.

Gli autori della ricerca hanno così concluso che i cani sono perfettamente in grado di capire se qualcuno si è comportato male, e di giudicarlo.

La prossima volta che il tuo cucciolone sembra non gradire una persona, facci caso!

Related Articles

Back to top button