Benefici per te

10 consigli per evitare malattie respiratorie Ecco quali sono

10 consigli: Le basse temperature , bruschi cambiamenti climatici e l’inquinamento ambientale sono fattori che contribuiscono alla comparsa di malattie comuni dell’inverno influenza , raffreddore , tosse , otite (infezioni dell’orecchio), bronchite e laringite ; così come altre malattie respiratorie croniche che possono portare alla morte: polmonite , asma e problemi respiratori cronici come la polmonite.

10 consigli per evitare malattie respiratorie

I maggiori rischi di queste malattie non ne sono affetti ma la loro facile diffusione tra la popolazione.
Per questo motivo, la Federazione messicana di otorinolaringoiatria e chirurgia della testa e del collo (FESORMEX), invita l’intero paese a non attendere alcun sintomo che indichi l’insorgenza di una malattia respiratoria .

Ecco i consigli di prevenzione

1. Bere molti liquidi continuamente ; senza considerare le bevande industriali come liquidi (succhi di frutta, bibite, ecc.)

2. Proteggiti dal freddo, riparandoti bene . Non rimuovere il cappotto se senti calore corporeo. Abbi cura dell’uso del riscaldamento.

3. Non esporsi al freddo (mattina e sera) con i capelli bagnati.

4. Mangiare una dieta equilibrata , supportata da integratori vitaminici (C, D, Zinco, Omega3, Omega6) e minerali, che aiutano a creare difese nel corpo.

 5. Mangia cibi che contengono vitamina C : arancia, pompelmo, limoni, carote, papaia e guava. Questo tipo di cibo ha un effetto sulla mucosa respiratoria permettendo una migliore azione locale degli anticorpi.

6. Non eseguire alcun tipo di esercizio fisico all’aperto nelle prime ore del mattino e al calar della notte.

7. Dormire in media 8 ore al giorno .

8. Rilassati durante le ore lavorative.

9. Lavarsi regolarmente le mani con acqua calda e sapone per bambini e adulti; Principalmente, quando hai avuto contatti con una persona malata.

10. I sintomi del raffreddore di solito durano da 1 a 2 settimane. Se dopo questo periodo i sintomi non migliorano, potrebbe essere dovuto a un’allergia, una complicazione del raffreddore o per qualche altro motivo. L’opzione migliore è andare dal dottore.

Related Articles

Back to top button