Alloggio pagato, 8 mila € di stipendio e 30 casse di vino al mese: il lavoro dei sogni

Alloggio pagato, 8 mila € di stipendio: È arrivata dall’America, un’offerta di lavoro incredibile, il lavoro dei sogni per tutti coloro che amano il vino,infatti la notizia sta facendo il giro del web entusiasmando milioni di persone. L’insolita proposta arriva dall’azienda Murphy-Goode, una ditta vinicola con sede a Healdsburg in California; che è proprio alla ricerca di un impiegato che avrà sia un lavoro; che un contratto unico al mondo.

Alloggio pagato, 8 mila € di stipendio e 30 casse di vino al mese: il lavoro dei sogni

Dopo l’offerta lavorativa, il web è letteralmente impazzito ed è certo che anche le candidature per questo posto unico saranno numerosissime. Il contratto di lavoro, in base a ciò che offre, risulta davvero irresistibile; infatti l’azienda offre un alloggio tutto pagato in un posto davvero favoloso; 10 mila dollari di retribuzione al mese, che sarebbero circa 8 mila euro, e una cassa di vino al giorno, quindi 30 casse al mese. Ovviamente dopo queste prime informazioni sulla proposta lavorativa dell’azienda; è comprensibile perché sia stato definito il lavoro dei sogni. Inoltre, grazie a quest’assunzione, si potrà migliorare la propria conoscenza sul vino e sulla sua produzione.

Purtroppo però, tutto questo ha una nota dolente, l’offerta di lavoro è valida solo per chi ha la residenza negli Stati Uniti d’America. I requisiti richiesti per candidarsi sono : aver compiuto 21 anni d’età, possedere un permesso di lavoro, essere residente negli Stati Uniti e avere un particolare amore per il vino. Il contratto inizierà il prossimo settembre e le candidature saranno valide fino al 30 giugno. L’azienda è nata nel 1985 a Sonoma County da tre amici – Tim Murphy, Dale Goode e Dave Ready Sr – con l’obiettivo di non prendersi troppo sul serio; Murphy-Goode Winery.

Oggi, la cantina è passata nelle mani di uno dei maggiori gruppi del vino californiano, Jackosn Family Wines, che nel 1994, alla continua ricerca del posto giusto dove produrre vini di alta qualità, anche fuori dagli Stati Uniti, scelse l’Italia. Per la precisione, il Chianti Classico; dove Jess Jackson e la moglie Barbara Banke acquistano la storica Tenuta di Arceno, appartenuta in passato prima alla famiglia Del Taja e poi, dal 1829, ai Piccolomini, che costruirono molte delle ville che si trovano ancora oggi nella proprietà.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.