Varietà

Freddo e Gelo: In arrivo l’inverno più freddo degli ultimi 35 anni.

Freddo e Gelo:Una perturbazione di aria fredda sta arrivando dall’Atlantico e sarà accompagnata da pioggia e da temperature molo basse che non registravano da molto tempo.

Ha raggiunto l’Italia e sicuramente cadrà molta neve anche a quota bassa dove è difficile che se ne veda.Possiamo ricordare il Natale scorso quando cadde grandine e neve in molte zone ad alta quota, ma nelle zone più basse la neve non arrivò mai.

La “nuova e immensa” perturbazione in una prima fase ha interessato una gran parte della Val Padana e anche la Toscana.

Durante la notte il fronte perturbato ha richiamato a sé delle correnti di aria mite e di conseguenza la quota nevosa è in aumento in buona parte del nord.

Questa perturbazione ha mosso un robusto rialzo termico sull’Italia a causa di correnti di provenienza nord-africana che parzialmente tenderanno a scalzare il cuscinetto d’aria fredda presente al Nord Italia.

Si prevede che sacche d’ aria molto fredda potrebbero resistere all’assalto dell’aria mite che arriva da sud nel settore padano occidentale.

Arriveranno presto precipitazioni abbondanti sui rilievi alpini e prealpini, ma anche tra Liguria e Toscana.

Grazie al flusso meridionale, le temperature tenderanno a salire in tutto il Centro-Sud, con punte anche ben sopra i 20 gradi nelle aree sottovento.

Cosa insolita per la stagione in cui ci troviamo. Non consoliamoci però perché non durerà a lungo. Infatti da domani ci sarà un calo termico.

L’aria fredda arriverà dal nord Atlantico e le temperature caleranno, riportando il clima alla norma stagionale.

Intorno a giorno 16 dicembre si prevede un altro raffreddamento causato dall’arrivo di aria artica proveniente dal mare.
Vediamo nel dettaglio il fronte perturbato dove insisterà.
– Nel Nord Italia avremo rischio di nubifragi tra Liguria ed Alta Toscana.
– Tra Lombardia e Triveneto e in particolare tra i settori alpini e quelli prealpini e le aree pedemontane ci saranno precipitazioni abbondanti.
– In montagna la neve cadrà con eccezionale intensità, a quote sempre più elevate a causa dell’arrivo dell’aria più mite.

In Valle Padana la situazione è più complicata a causa di una massa d’aria molto fredda che arriva a 0°C con pioggia e neve. In val Padana dovrebbe piovere, ma nella parte occidentale dovrebbe nevicare.

Nella zona centrale tirrenica e in Sardegna ci saranno precipitazioni sparse. Nel resto dell’Italia avremo nubi, pioggia sparsa e vento. Nelle zone meridionali e nelle isole Maggiori ci sarà un rialzo termico che raggiungerà punte di 19 gradi.

Raccomandiamo agli automobilisti di fare attenzione all’asfalto scivoloso a causa del ghiaccio

. Pertanto, è bene mantenere una velocità adeguata.Il vento come protagonista Su tutta la penisola si abbatteranno forti correnti meridionali, con intensità di burrasca.

Ci saranno venti di libeccio, austro e scirocco molto forti, nelle zone tirreniche ed in Liguria.

Potranno aversi raffiche localmente superiori ai 100 km/h. Si attendono picchi di vento più tempestosi sui crinali esposti alpini ed appenninici, ove si potranno superare i 130 km/h.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close