Nonna di 84 anni costretta a dormire in strada dopo essere stata cacciata di casa dalla figlia. Le polemiche esplodono sul web

nonna-abbandonata-

Nonna di 84 anni costretta a dormire in strada dopo essere stata cacciata di casa dalla figlia. Le polemiche esplodono sul web

Una madre è colei che ti mette al mondo, colei che provvede a non farti mancare nulla sin dalla nascita. Una madre darebbe la sua vita per il proprio figlio.

Nonna di 84 anni costretta a dormire in strada dopo essere stata cacciata di casa dalla figlia. Ma i figli ricambiano sempre allo stesso modo?

Purtroppo a Emma Grimoldi, una mamma anziana di 84 anni residente a Buenos Aires (Argentina), la vita ha riservato una cruda e amara vecchiaia dettata dal disamore della figlia maggiore.
L’anziana donna si recava ogni giorno presso l’ospedale locale per far visita alla sua secondogenita che era ricoverata per un’insufficienza respiratoria, ma un giorno tornando a casa ha trovato tutte le sue cose imbustate fuori casa.
Ha provato ad entrare in casa, ma dopo vari tentativi si è accorta che la serratura era stata cambiata.
Una vicina di casa ha poi raccontato ai media locali che era stata proprio sua figlia maggiore a cacciarla vilmente di casa per poter vivere con suo marito da soli e in privacy.
La donna è ormai da 4 anni costretta a dormire per strada; ha trovato rifugio dinanzi all’ospedale dove ogni giorno faceva visita alla figlia minore.
Avvolta da qualche coperta e circondata dalla sporcizia, l’anziana donna ha accusato la dura vita di strada riportando vesciche sulle gambe e sui piedi, segnali inequivocabili di una salute ormai malandata.

Nonna di 84 anni costretta a dormire in strada dopo essere stata cacciata di casa dalla figlia

Questa triste vicenda è arrivata alle autorità che hanno consigliato alla nonnina di sporgere denuncia in quanto è lei la legittima proprietaria dell’appartamento.
Emma ha così denunciato sua figlia per cercare di rientrare in possesso della sua casa, ma l’inchiesta è ancora in corso da ormai ben 4 anni.
Purtroppo durante questo tempo le condizioni di salute della sua secondogenita non sono migliorate e la donna è ancora ricoverata in ospedale, anche se è stata trasferita presso un altro nosocomio della città.
Questa ignobile vicenda porta alla luce una delle piaghe della società moderna: l’abbandono degli anziani.
L’essere umano riesce a comportarsi in maniera maligna verso il suo simile e in alcuni casi addirittura verso i propri familiari, in questo caso specifico addirittura verso la propria madre

Non solo Emma non ha ricevuto riconoscenza e amore da sua figlia

ma le è stata sottratta la sua casa ingiustamente ed è stata costretta a vivere da senzatetto alla veneranda età di 84 anni.
Tutta la comunità e chiunque abbia appreso questa storia, spera vivamente che giustizia venga fatta il prima possibile, così che Emma possa tornare nella sua casa e curarsi come si deve.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*