Storie e leggende metropolinate

Questo ragazzo ha aperto il suo panificio per aiutare le persone

Questo ragazzo All’età di 13 anni apre la sua panetteria e per ogni pane che vende, dà a qualcun altro che ne ha bisogno.

In un lavoro nobile e intraprendente, questo ragazzo ha aperto il suo panificio per aiutare le persone meno fortunate.

Questo ragazzo ha aperto il suo panificio per aiutare le persone più bisognose

Sembra incredibile ma Michael C. Platt, aveva solo 11 anni quando fondò la sua panetteria, chiamata Michael’s Desserts, a Washington DC.

In questo modo sperava di unire le sue due grandi passioni: cuocere e aiutare le persone che ne avevano davvero bisogno. Ecco perché una volta organizza un’attività in cui, per ogni cupcake che vende, ne dà un altro a persone senza casa.

Ma all’età di 13 anni, Michael ha visto crescere la sua attività giorno per giorno, cosa che gli ha dato la possibilità di aiutare più persone. Quando non distribuisce cupcake per strada, il giovane lavora insieme alla campagna No Kid Hungry, un’organizzazione che si occupa di sradicare la carestia infantile negli Stati Uniti.

Martin Luther King fu la sua ispirazione

Michael è stato ispirato ad aiutare le persone per la loro ammirazione di Martin Luther King. Ciascuno Il ragazzo ha commentato attraverso le sue reti che quando era più giovane visitava i nonni, gli piaceva ammirare il poster dell’attivista che aveva la frase: “I have a dream” , parole che sarebbero risuonate nella sua testa per sempre.

Raccontando l’idea ai loro genitori, l’hanno comprata e hanno deciso di acquistare forniture per avviare l’attività, a condizione che il ragazzo promettesse che una volta che l’azienda avesse profitti, avrebbe aiutato a pagare le spese. Oggi la panetteria è in grado di autofinanziarsi.

“Ho fondato Michael’s Desserts perché sono appassionato di porre fine alla disuguaglianza. Mi sono appassionato all’argomento in prima elementare. Ho pianto di rabbia dopo aver sentito storie di persone maltrattate solo dal colore della loro pelle. Volevo fare qualcosa al riguardo … Il cibo è un diritto, non un privilegio “, afferma Michael C. Platt.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close