Can Yaman dà il suo numero di cellulare alla signora Maria, dal pubblico: “Dallo anche a me”

Maria ha accettato l’invito. Quando vede la nipote Achiropita, si commuove. La giovane prende la parola: “Non credo esistano due donne più complici e unite di quanto lo siate state tu e la mamma. Mamma anche se non è fisicamente qui, è con noi per sempre.

Tu hai deciso di continuare a proteggere me e i miei tre fratelli, proprio come avrebbe fatto lei e lo stai facendo nel migliore dei modi.

Sei una zia dal cuore immenso, sei tanto buona. Senza di te non so come farei”. In studio, ci sono anche i due orsetti delle due sorelle. Maria De Filippi legge una missiva da parte della nipote di Maria:

“Per quanto la mamma mi manchi, ho avuto la fortuna di avere te. Mi conosci dalla prima ecografia. Eri così gasata dall’arrivo della prima nipote…insieme a mamma, mi preparavi i cannoli e mi spingevi sull’altalena. C’eri il primo giorno di scuola, quando avevo paura di fare le vaccinazioni. Mamma era giustamente più severa di te e quando volevo farla addolcire, chiamavo te. Mi dici sempre che sono la gioia di zia Maria e non sai quanto mi piace questa cosa, perché mi fa sentire ancora piccolina.

Noi nipoti e le tue figlie ti diamo tanto da fare. So che anche a te manca, che la sogni e vorresti che fosse qui con te. Voglio abbracciare il tuo smarrimento, se hai paura apriti con me. Se io sono sopravvissuta alla sua fine è perché ho te. Anche tu hai me, anche se non sarò mai lei. Nessuno potrà dimenticare quello che hai fatto per la mamma.

Per tre anni, ti sei occupata solo della sua battaglia. La tenevi sempre per mano.

[…] La mamma, sono sicura, sarebbe d’accordo con me quando dico che tu sei la persona migliore da avere come mamma bis. Ti prego anche tra 20, 30 anni continua a chiamarmi ‘Gioia di zia Maria’”.

Poi è il momento della sorpresa: “Pronta a svenire? Sta per entrare il mio grazie più bello del mondo”. Arriva in studio Can Yaman che regala dei fiori a Maria.

La sorpresa di Can Yaman
Mentre Maria è emozionatissimo, l’attore prende la parola: “Sono seduto accanto a un angelo, anche io sono stato cresciuto dalle nonne. Mi hanno fatto crescere, mentre i miei genitori lavoravano. La vostra è una storia che emoziona anche me, quando penso al mio passato. Le donne sono importantissime. Sarei una nullità, se non ci fossero le donne che ci sono state nella mia vita.

Ho sentito che hai una grande passione per la mia serie. Vedo che tanta gente ha tanta tristezza nella vita, è emozionante per me portare gioia”. Poi le regala una scatola rossa, che contiene dei bicchieri di tè: “Sarebbe bello dopo incontrarci e prendere un tè”. La signora Maria rivela che anche la nipotina di poco più di 5 anni dice: “Quanto è bello il signor Can”. Yaman aggiunge: “A volte penso che voglio smettere di fare l’attore. Io ero avvocato, ma come attore so di toccare le vite, così dimentico l’idea di smettere”.

L’attore spiega anche che ovunque vada porta la pietra di luna, una bianca e una nera e le ha regalate a Maria: “Ti porteranno bene”. Le ha regalato anche una collana con un ciondolo dove c’è la foto della sorella di Maria. Dulcis in fundo, le ha regalato un cellulare con una sua foto e anche il suo numero di telefono: “Promettimi che non lo darai a nessuno”.

Dal pubblico urlano: “Dallo anche a me”. Generosissimo l’attore che chiede a Maria di scegliere qualcosa che lui ha addosso, tra gli anelli, le collane, la giacca. Maria prima dice: “Tranquillo, scegli tu”. De Filippi la invita a scegliere e la donna sceglie la giacca. Pubblico di nuovo in delirio per Can Yaman che resta in canotta.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.