Carcinoma: Quali sono i sintomi che rivelano se sei affetto anche tu!

Carcinoma: L’ infiammazione alla punta del p**e è sempre una preoccupazione negli uomini e di più quando hanno rapporti sess**li non protetti.

Ma la scomparsa del disagio tendono ad ignorare questo sintomo e, nella maggior parte dei casi, non associata a trasmissione della malattia sess**le, quindi, ti dirò come identificare i sintomi del cancro del p**e se hai l’HPV.

I Sintomi del carcinoma al pe**

Quante volte hai sentito il tuo partner dire “non è lo stesso se lo facciamo con un preservativo”? Bene, questo è uno dei motivi principali per avere relazioni non protette, ma se ti dicessero che hai l’ AIDS, l’HPV o qualsiasi malattia a trasmissione sess**le , varrebbero quei minuti di piacere?

Molte persone non sanno di avere il papillomavirus umano perché, secondo gli specialisti dell’American Cancer Society, i sintomi di solito compaiono e “scompaiono” stagionalmente, tuttavia, nel caso delle donne, l’HPV è il fattore principale di cancro cervicale .

Ora che sai come identificare i sintomi del cancro del pe** se hai l’HPV , non ignorare i sintomi! Vai da uno specialista il prima possibile, credimi che rilevarlo in tempo può salvarti la vita.

Le principali manifestazioni con cui si presenta il tu**re del pe** sono

Cambiamenti dell’aspetto della cute del p**e. Può ad esempio esserne alterato il colore, la consistenza o lo spessore.
Crescita del p**e con neoformazioni che possono avere l’aspetto di una verruca, un’ulcera o di una vescica.
Arrossamento di un’area del p**e o, meno frequentemente, di tutto il p**e.
Rash cutaneo. Può essere anche doloroso e/o pruriginoso.
Perdite maleodoranti dal p**e. Si presentano con diversi aspetti: chiare, limpide, torbide o purulente.
Dolore al p**e che non regredisce.

Sanguinamenti dal p**e, da una lesione visibile sulla cute del pe** o da sotto il prepuzio.

Fimosi, che come detto in precedenza rappresenta sia un fattore di rischio che una manifestazione sintomatologica del tum**e del pe**.

Rigonfiamenti linfonodali, soprattutto inguinali. Solitamente questo è un segno di diffusione metastatica del tum**e ai linfonodi locoregionali che appaiono solitamente tumefatti, duri e non dolenti.