Reddito di Cittadinanza nel 2021: cosa cambia, come fare la domanda e a chi spetta

REDDITO-2021-

Reddito di Cittadinanza nel 2021: cosa cambia, come fare la domanda e a chi spetta

Dal 28 Gennaio 2019 in Italia è stata varata una misura in aiuto delle persone in difficoltà economiche o nullatenenti; il reddito di cittadinanza.

Ma a chi spetta? Quali sono i requisiti per accedere a questo sussidio?
Puoi richiedere il Reddito di Cittadinanza 2021 (o la Pensione di cittadinanza) se possiedi i seguenti requisiti generali:

Reddito di Cittadinanza nel 2021: cosa cambia, come fare la domanda e a chi spetta

Sei un cittadino italiano o europeo; o familiare di un cittadino italiano o europeo titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; o soggiornante di lungo periodo titolare di protezione internazionale;

risiedi in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 in via continuativa;
hai compiuto 18 anni;
sei disoccupato o inoccupato;
hai un ISEE inferiore a 9.360 euro l’anno;
possiedi un patrimonio immobiliare; diverso dalla prima casa di abitazione, fino ai 30.000 euro annui;
il tuo patrimonio finanziario (mobiliare) non supera 6.000 euro.

Reddito di Cittadinanza nel 2021

Questo limite viene accresciuto di 2.000 euro per ogni componente il nucleo familiare successivo al primo, fino ad un massimo di 10.000 euro, incrementabile di ulteriori 1.000 euro per ogni figlio successivo al secondo.

Nel caso di famiglie con persone disabili i valori massimi previsti vengono incrementati di 5.000 euro per ogni componente con disabilità media e di 7.500 euro per ogni componente con disabilità grave o non autosufficiente.

Chi ne ha diritto ?

Per i pensionati che vivono al di sotto della soglia di povertà e che intendono beneficiare della Pensione di cittadinanza, invece, il limite di 6.000 euro per il patrimonio finanziario è esteso ad 8.000 euro per le coppie;

il tuo reddito familiare è inferiore ad una soglia di 6.000 euro l’anno; incrementata a 7.560 euro per la PdC e a 9.360 euro per i nuclei familiari che risiedano in abitazione in locazione, moltiplicata per il corrispondente parametro della scala di equivalenza prevista del decreto legge,
che è pari ad 1 per il primo componente del nucleo familiare ed è incrementato di 0,4 per ogni altro membro di età maggiore di 18 anni e di 0,2 per ogni componente minorenne, fino ad un massimo di 2,1;
Tu e gli altri membri del tuo nucleo familiare (se non vivi da solo) non siete intestatari e non avete piena disponibilità di autoveicoli immatricolati la prima volta nei 6 mesi precedenti la richiesta del RdC
Ovvero di autoveicoli di cilindrata superiore a 1.600 cc o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc; immatricolati la prima nei 2 anni antecedenti alla stessa
esclusi i mezzi per i quali è prevista un’agevolazione fiscale a favore delle persone disabili;
tu e gli altri membri componente del tuo nucleo familiare non siete intestatari e non avete piena disponibilità di navi e imbarcazioni da diporto non sei sottoposto a misura cautelare personale :
anche adottata a seguito di convalida dell’arresto o del fermo; e non hai subito condanne definitive, nei dieci anni precedenti la richiesta di RdC.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*