Adozione : “Spero che qualcuno mi scelga”: le commoventi parole di un bambino che attende da anni una famiglia che lo adotti

adozione-
Adozione : Ci sembra logico e naturale avere una famiglia pronta a fare di tutto per noi, avere una casa, crescere circondati da affetto ed attenzioni.
Eppure non per tutti è così scontato.
Esistono al mondo centinaia di migliaia di bambini orfani che vivono in orfanotrofi o case famiglia in attesa che qualcuno li adotti.
Questa sorte è toccata anche a Jordan, un bimbo di 9 anni dell’ Oklahoma che attende da sempre di essere adottato da qualche famiglia.
Jordan ha un fratellino minore, Braison, che ha però già trovato una nuova casa e una nuova famiglia .
A questo punto Jordan ha deciso di fare vari appelli in televisione per cercare di porre fine alla sua solitudine.
Ecco una parte di una sua intervista durante uno dei suoi appelli televisivi: “Se potessi andare in qualsiasi parte del mondo, dove andresti?” , gli ha chiesto il giornalista che lo ha intervistato; il ragazzino ha risposto:
“Ad una festa di adozione in una nuova famiglia.”
“E se ti fossero concessi tre desideri?” ha chiesto il giornalista: “Avere una famiglia, una famiglia, una famiglia. Questi sono gli unici desideri che ho”, ha affermato il piccolo Jordan.
L’apparizione in TV ha dato gli esiti sperati: in meno di 12 ore quasi 5000 richieste da parte di altrettante famiglie sono pervenute all’emittente televisiva.
Jordan è adesso conteso tra Florida, Illinois, Canada e altri stati del continente. Ora bisogna solo aspettare i tempi della burocrazia.
Ancora oggi nel 2020 i bambini abbandonati sono tantissimi, soprattutto nei paesi in via di sviluppo dove la maggioranza della popolazione è indigente e la maternità durante l’adolescenza è molto comune. Spesso queste giovani madri non hanno alcun mezzo di sostentamento per i propri piccoli e sono costrette ad abbandonarli.
In alcuni casi addirittura si trovano bambini abbandonati per strada…
Per non parlare di chi invece non ha neanche il coraggio di portarli in un ospedale o in chiesa e uccide i neonati poche ore dopo il parto…
Per fortuna le leggi contro l’abbandono di minore sono abbastanza severe in buona parte del mondo, proprio per scongiurare questi terribili episodi.
Si spera che nei prossimi anni, almeno in Italia, la burocrazia che precede un adozione diventi leggermente più veloce, in modo da accelerare i tempi e consentire a quanti più bambini è possibile di trovare una famiglia che li ami.
Ogni bambino merita un’infanzia ricca di amore e serenità e speriamo che il destino di Jordan sia comune a tanti piccoli orfani.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.