Mani: Intorpidimento delle mani è un allarme molto grave

Mani: Probabilmente hai sperimentato intorpidimento e formicolio alle tue mani in qualche momento, qualcosa che accade a causa di una temporanea interruzione della circolazione sanguigna nell’arto.

Successivamente, in questo articolo ti mostreremo i 7 principali motivi per cui le tue mani diventano insensibili in modo da poter rilevare eventuali problemi di salute in tempo.

Quello che devi sapere sul perché le tue mani si intorpidiscono

1. Sclerosi multipla.  È dovuta alla distruzione delle membrane cerebrali e nervose del midollo spinale, così il passaggio degli impulsi nervosi viene interrotta riducendo la sensibilità e causando intorpidimento.

2. Osteocondrosi cervicale.  È dovuto all’alterazione del rachide cervicale che causa la compressione di un nervo e l’interruzione del flusso sanguigno causando intorpidimento alle mani, mal di testa e problemi di coordinazione.

3. Sindrome del tunnel.  È molto comune nelle persone che svolgono attività con un lavoro monotono con le mani, come programmatori, musicisti, ecc. Quello che succede è che a causa dei movimenti ripetitivi delle dita, i tendini tendono a gonfiarsi causando intorpidimento.

4. Trombosi venosa. È perché il coagulo rallenta il flusso sanguigno causando ossigeno e sostanze nutritive a non raggiungere la loro destinazione, che può avere complicazioni più gravi come la cancrena.

5. Anemia e diabete . Solitamente sono correlati a problemi circolatori alle estremità.

6. Nevralgia del plesso branchiale . Ciò è dovuto all’infiammazione a lungo termine del tessuto circostante che causa dolore e provoca intorpidimento alle mani.

7. Ictus o incidenti cerebrovascolari.  Questa è la causa più pericolosa di intorpidimento delle mani.

Se si avverte intorpidimento alle mani accompagnato da un’alterazione degli arti inferiori, confusione, mal di testa e disturbi della vista e della vista, si deve andare immediatamente dal medico.

Questo articolo non sostituisce il parere di un medico, per qualsiasi cosa consultate il vostro medico di fiducia, se vi è piaciuto l’articolo condividete la notizia con i vostri amici! 🙂

Fonte: Giusy Barbato.