“Posso fare un film horror”. Mangia una mela al giorno

Anoressia e bulimia possono oggi essere considerate vere e proprie piaghe sociali.
Un numero sempre maggiore di giovani (e non solo) si ammalano di queste malattie che trovano le loro origini nella psiche.

“Posso fare un film horror”. Mangia una mela al giorno

Questi disturbi alimentari, partono infatti dalla paura di non piacere, dal non sentirsi bene con sé stessi, dal non accettare il proprio corpo e il proprio aspetto fisico.
Nel caso dell’anoressia il soggetto che ne è affetto rifiuta l’assunzione di cibo mangiando pochissimo e di rado. Ciò porta a svariati problemi fisici oltre che all’eccessiva perdita di peso; i capelli iniziano a cadere, nelle donne si blocca il ciclo mestruale e alcuni organi smettono di svolgere correttamente le loro funzioni.
La bulimia, invece, consiste nell’inserire grosse quantità di cibo di varia natura per poi provocarsi subito dopo il vomito , con l’intento di non assimilare i grassi e le calorie presenti negli alimenti.
Questi disturbi alimentari si manifestano soprattutto durante l’età adolescenziale, ma negli ultimi tempi stanno raggiungendo un più ampio pubblico.
Purtroppo anche Kristina Koryagina, una giovane donna russa, è entrata in questo brutto tunnel.
La donna, attualmente ventiseienne,
ha sviluppato l’anoressia nervosa già all’età di 9 anni. Per anni si è nutrita solo di una mela al giorno arrivando all’età di 26 anni con l’irrisorio peso di 17 chilogrammi.
Solo 17 chili per una donna di 26 anni!!!
A causa di questo deperimento eccessivo Kristine ha difficoltà a camminare; deve trascinare le sue gambe con le mani e non riesce a stare troppo tempo in piedi.
La sua storia nel 2018 è arrivata alla famosa blogger e influencer Maria Khono che ha voluto raccontarla sui social con lo scopo di aiutare Kristine e di sensibilizzare il suo pubblico.
È partita una raccolta fondi mirata a raccogliere i soldi necessari alle cure di Krsitine.
La giovane donna ha raccontato alle telecamere di voler ricominciare, di voler mettere peso e continuare gli studi per poter finalmente avere una vita normale.

“Posso fare un film horror”. Mangia una mela al giorno

Kristine è consapevole della sua malattia, scherza infatti sul suo corpo dicendosi perfetta per interpretare una parte in un film horror…
Ma è proprio la consapevolezza e la presa di coscienza di Kristine che potranno salvarla; il primo passo per uscire dal baratro è infatti l’accettazione stessa del problema e la conseguente voglia di risolverlo.
Ma prima di arrivare a questi punti estremi bisognerebbe seguire dei terapisti per arrivare pian piano all’accettazione del nostro corpo così da non sfociare in questi terribili disturbi alimentari che nei casi gravi possono portare anche alla morte.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.