Rimedi Naturali

Sintomi del cancro alla tiroide e cosa lo scatena (spiega un oncologo)

Sintomi del cancro alla tiroide: La ghiandola tiroidea è una ghiandola a forma di H o farfalla situata alla base del collo , appena sotto la mela di Adamo. La tiroide produce ormoni che regolano la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna, la temperatura corporea e il peso, cioè il metabolismo del corpo .

Sintomi del cancro alla tiroide e cosa lo scatena (spiega un oncologo)

Negli Stati Uniti, si stima che nel 2019 saranno diagnosticati 52.070 nuovi casi di cancro alla tiroide, essendo il sesto tumore più comune nelle donne .Il cancro alla tiroide è relativamente comune in Messico , dove si rappresenta anche il cancro al sesto più comune nelle donne e tassi sembrano ad essere in aumento . Si pensa che ciò sia dovuto al fatto che la nuova tecnologia consente di individuare piccoli tumori alla tiroide che potrebbero non essere stati rilevati in passato.

In un’intervista  esclusiva per Salud180, il Dr. Fernando Cordera, chirurgo oncologo presso l’ABC Medical Center e l’ospedale Ángeles Lomas , spiega quali sono i  segni che qualcosa non va nella tiroide e potrebbe essere il cancro alla tiroide . 

Sintomi

Il carcinoma tiroideo di solito non provoca segni o sintomi nelle prime fasi della malattia. Spesso il cancro alla tiroide si trova per caso quando un paziente esegue uno studio di imaging del collo come ecografia o TC per un altro motivo.

Man mano che il cancro alla tiroide cresce, può causare:

Un nodulo che può essere sentito attraverso la pelle del collo. Cambiamenti nella tua voce (raucedine).

Difficoltà a deglutire. Dolore al collo e alla gola. Linfonodi ingrossati nel collo.

Le cause

Non è chiaro cosa causi il cancro alla tiroide. Il carcinoma tiroideo si verifica quando le cellule tiroidee subiscono alterazioni genetiche (mutazioni). Le mutazioni consentono alle cellule di crescere e moltiplicarsi rapidamente. Le cellule perdono anche la capacità di morire, come fanno le normali cellule del corpo. Le cellule tiroidee anomale accumulate formano un tumore. Nel tempo, le cellule anormali possono invadere il tessuto vicino e possono diffondersi ai linfonodi nel collo e in altre parti del corpo.

I fattori che possono aumentare il rischio di sviluppare il cancro alla tiroide includono:

 

Sesso femminile (il cancro alla tiroide è più frequente nelle donne che negli uomini). Esposizione a livelli elevati di radiazioni (da trattamenti contro il cancro in gioventù o esposizione a radiazioni causate da incidenti nucleari o test sulle armi). Alcune sindromi genetiche ereditarie (come la sindrome della neoplasia endocrina multipla) 

Come viene stabilita la diagnosi?

Esame fisico . Il medico chiederà informazioni sui fattori di rischio, cercherà cambiamenti fisici nella tiroide e controllerà i nodi del collo. Esami del sangue . Gli esami del sangue aiutano a determinare se la ghiandola tiroidea funziona normalmente, il più importante è l’ormone stimolante la tiroide TSH.

Studi di immagine . Lo studio più comune e più semplice è un’ecografia del collo che ti consente di vedere la tiroide e i nodi del collo per vedere se ci sono noduli sospetti. Biopsia . Se uno studio ad ultrasuoni o altri imaging determina che un nodulo tiroideo è sospetto, il modo più semplice ed efficace per stabilire la diagnosi è attraverso una biopsia per aspirazione con ago sottile (BAAF). Per questo studio, con la guida degli ultrasuoni, viene utilizzata una siringa per estrarre campioni dal sospetto nodulo tiroideo e questi vengono inviati alla patologia per lo studio al microscopio. È attraverso questa biopsia che viene stabilita la diagnosi di cancro alla tiroide.  

Come viene trattato il cancro alla tiroide?

La maggior parte dei casi di carcinoma tiroideo può essere curata con il trattamento. Le opzioni terapeutiche per il carcinoma tiroideo dipendono dal tipo di tumore, dallo stadio di presentazione, nonché dalla salute generale e dalle preferenze di ciascun paziente.

Chirurgia. La maggior parte delle persone con carcinoma tiroideo viene trattata con un intervento chirurgico in cui viene rimossa tutta o metà della ghiandola tiroidea. Questa operazione, in mani esperte, può essere eseguita con un’incisione molto piccola, circa 3 cm, ed è accompagnata da eccellenti risultati nella maggior parte dei pazienti.

Terapia ormonale tiroidea.   Dopo una tiroidectomia, alcuni pazienti potrebbero dover assumere per via orale compresse di ormoni tiroidei. Questo farmaco fornisce l’ormone precedentemente prodotto dalla tiroide e sopprime la produzione di TSH da parte della ghiandola pituitaria poiché alti livelli di TSH potrebbero stimolare la crescita delle restanti cellule tumorali.

Iodio radioattivo. Alcuni pazienti richiedono l’assunzione di una compressa di iodio radioattivo orale poche settimane dopo l’operazione per distruggere qualsiasi tessuto tiroideo sano rimanente, nonché aree microscopiche di carcinoma tiroideo che potrebbero non essere state rimosse dalla chirurgia.  Oggi la stragrande maggioranza dei pazienti con carcinoma tiroideo è curata ricevendo il trattamento adeguatoSe in qualsiasi momento rilevi un nodulo tiroideo, è l’ideale che tu vada da uno specialista di testa e collo per fare la valutazione e il trattamento adeguati. Non perderlo!

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button